PlumeriaShop
Newsletter di PlumeriaShop
menu
Albero Plumerie HomePage
Mostra il contenuto del carrello
Chatta con noi su Whatapp
menu
Vai ai contenuti

Titolatura reale e Commerciale

PlumeriaShop
Pubblicato da in Concimi · 15 Dicembre 2019
Tags: Concimi

in Italia così come in pochi altri paesi, la titolatura dei concimi NPK non corrisponde alla reale percentuale dei singoli elementi, poichè alcuni sono legati ad altri elementi; stesso identico prodotto della stessa ditta in Europa viene venduto come NPK 18-6-12 ( ma P e K sono ossidi), mentre in Australia viene venduto come NPK 18-2,6-10... vi spiego l'arcano.


Prendiamo in esempio un concime chimico con NPK 9-15-30 + Mg(3)


Il fosforo, è generalmente sotto forma di anidride fosforica P2O5 (2 atomi di fosforo e 5 di ossigeno); per capire quanto fosforo contiene realmente quel concime si dovrebbe fare una analisi stechiometrica, cioè capire sotto quale forma sia il fosforo nel concime (anidride fosforica) e calcolarne il peso molecolare, così da poter avere la reale percentuale di elemento fosforo che ha quel concime e non di anidride fosforica che ha solo 2 atomi di fosforo su 7 totali che la compongono.
15% di fosforo nella titolatura NPK del concime in esempio, significa 15% di anidride fosforica, ma quanto fosforo ha quel 15% di anidride fosforica?


I calcoli sono un pò ostici ma alla fine si otterrà un indice che moltiplicato per il titolo di fosforo che riporta l'etichetta del concime ci permetterà di sapere quanto elemento fosforo realmente ha;  l'indice è 0.436 (arrotondato a 0.43) per il fosforo sotto forma di anidrite fosforica. Moltiplicando il valore in etichetta per l'indice si ha il reale contenuto in fosforo.
NPK 9-15-30 di cui 15% di fosforo sotto forma di anidride fosforica ha circa il 6.5% di fosforo
(15 x 0.43 = 6.5)


Stessi calcoli per il potassio che è in genere è sotto forma di ossido (K2O, due atomi di potassio e uno di ossigeno) e si trova l'indice per cui moltiplicare il titolo di potassio del concime che è 0.83.

NPK 9-15-30 di cui 30% di potassio sotto forma di ossido ha quasi il 25% di potassio (30 x 0.83 = 24.90)


Capita anche che per elementi come il Boro se sottoforma di ione non occorra neppure fare i calcoli poichè la titolatura ovviamente sarà già quella corretta, il magnesio che, se sottoforma di ossido MgO ha un indice di 0.6 quindi se la titolatura indica 3% significa che di magnesio elemento ne ha 1.8%
Questi calcoli sono sicuramente più evidenti su concimi cosidetti equilibrati che se guardiamo sotto questo nuovo aspetto, equilibrati non sono.
Un concime NPK 10-10-10 non ha realmente la stessa percentuale di elementi come esposto in etichetta ma saranno decisamente sbilanciati verso l'azoto (realmente è un 10-4-8)
L'azoto è un pò più difficile da calcolare perchè (come gli altri elementi) dipende dalle molecole di cui è composto; l'urea ad esempio è CO(NH2)2 con peso molecolare di 32g/mol di cui la molecola di azoto ne è 14 quindi l'indice è simile a quello del fosforo (0.4375) se invece l'azoto è ammoniacale ad esempio ha una composizione completamente diversa e ne deriva che il titolo di azoto (ammoniacale) in un concime è identico a quello esposto in etichetta. Quindi quando leggiamo il titolo di un concime non soffermiamoci solo sul titolo espresso in valori ma anche alla legenda sotto che ne specifica le le molecole che lo compongono.
Allora perchè nelle etichette Italiane dei concimi si usano questi valori "falsati" ?
Bisogna sapere che anche le analisi del terreno (indispensabili per apportare le giuste concimazioni) e le tabelle di asportazione degli elementi si riferiscono a quei composti, quindi non bisogna fare nessuna trasformazione.

Cioè, quando leggi su un documento "l'olivo asporta 50gr a pianta di fosforo oppure quel terreno contiene 30 mg/kg di fosforo, anche se non è specificato ci si riferisce all'anidrite fosforica (P2O5) e non all'elemento P.
E' così per tutto, nei titoli dei fertilizzanti, nelle analisi del terreno, nelle tabelle di asportazioni.
Quidi per rapportare i valori delle analisi con i concimi da usare, entrambe devono essere espressi con le stesse unità di misura.



Torna ai contenuti